Commenti  commenti
POSSO DIRTI LA MIA SU QUESTA OPERA......... NON AVREI MAI INSERITO I TRONCHI........... “CIELO E TERRA ARIDA “..........E' GIA' OPERA ......
Corrado Alderucci
E' vero, "cielo e terra arida" da soli sarebbero già opera... ma, Corrado, non trovi che sarebbero un'altra opera? Qualcosa come "l'infinito" di Lina Marando o le Maree Nere e le Terre Fossili di Mario Giammarinaro... o "Abisso" dello stesso Plauso... dunque un'altra cosa.
Quello che a me piace (e molto) di questa opera sono proprio le "presenze" protagoniste assolute della scena... le due in primo piano, misteriose, vegetali (?) aliene e surreali provocano sorpresa e straniamento, mentre la sequenza di "strani tronchi" che degrada sullo sfondo costruisce una prospettiva precisa quanto ingannevole (come le arcate nelle piazze d'Italia metafisiche di De Chirico)... in questo senso, la terra arida e il cielo sono il perfetto scenario che accoglie e valorizza i soggetti dell'opera.
Flavio Portis
Flavio quello che tu esprimi di quest'opera ci può anche stare........ vedi in pittura i grandi ci hanno insegnato che un'opera non ha bisogno di cose superflue o semplice comparse......ma cose che servono al quadro ............il tutto raffigurato deve essere importante l'uno all'altro......sai in pittura è difficile fermarsi in tempo è fare lo “scatto giusto “.........tutto quello che stiamo dicendo non toglie niente alla qualità nell'insieme dell'amico PLAUSO
Corrado Alderucci