LOGIN:    
<<<
|  Menu  |  Tag
Live  |
Eventi  |
Agorà  |
Visitatori
Presentation  |  About us  |  Documents  |  Credits
ArsMeteo
OPERA   |  N.Autori: 115  |  N.Opere: 587  |  N.Tag: 22
<<< Il fuoco - saggio di Vincenzo Ampolo  [As-saggini]  del Maggio 2008 >>>

Il FUOCO

Nel rapporto analitico

Suvvia finiscila con questo gioco
che c’è pericolo di prender fuoco.
                      Vivian Lamarque


Il rapporto analitico è un rapporto incendiario.
Non rilevabile nella seriosità formale del Logos, si nasconde nel buio dell’inconscio dove alimenta la dimensione del desiderio, dell’Eros creativo, rendendolo incandescente .
Il Fuoco, come ancestrale, sacrale potenza vivificante, energia primigenia, irrompe nell’Analisi e trasporta, con Hermes,  la coppia analitica, oltre il confine stabilito.
La “prova del fuoco” si impone nel viaggio esperienziale all’interno della propria psiche.
In una fiammeggiante impermanenza, intraducibile e non rappresentabile, il Fuoco Sacro è capace di scardinare il repertorio atavico dei giochi di potere con la forza dell’Eros e della Bellezza.
Archetipo dell’energia del cosmo, il fuoco, come un essere vivente nasce e,  per essere mantenuto in vita, deve essere alimentato ed accudito.
I sacerdoti e le sacerdotesse di un tempo lo conservavano, nel segreto dei loro templi
La cura del fuoco, seguendo il movimento verticale delle fiamme, fa salire in alto le energie vitali che generano tutti gli eventi significativi.
Dove il fuoco è acceso là c’è la vita.
Ma il fuoco analitico è pure capace di distruggere e di mandare in fumo tutte le certezze del proprio sapere…
Dalle ceneri dell’appassionante ricerca di sé emergono le eteree valenze simboliche di un destino segnato…

Lecce 15.05.2008
 

!