LOGIN:    
<<<
|  Menu  |  Tag
Live  |
Eventi  |
AgorÓ  |
Visitatori
Presentation  |  About us  |  Documents  |  Credits
ArsMeteo
OPERA   |  N.Autori: 38  |  N.Opere: 73  |  N.Tag: 3
<<< Utopia in azione - scritto di Gianni Colombo del 1998 >>>
UTOPIA IN AZIONE
Hakim Bey e l'anarchismo ontologico


La porta seriale alla quale si agganceranno tempi futuri presenta una struttura a maglie fitte in grado di far penetrare la summa del pensiero raffinato sul filo di capello di un raggio laser, lasciando alla decomposizione del passato il compito di sciogliere le immagini pachidermiche delle " visioni personali " e collettive , richiedenti l ' atto di fede della stupidità . O questo è almeno quello che si augurano i ricercatori di libertà nelle distopie del desiderio . Secondo l ' impostazione del grande contributo fornito da Mc Luhan , occorre sopratutto rivolgersi alle fonti originarie direttamente e senza intermediazioni perché questo e solo questo è destinato a sopravvivere . L ' instaurazione statica del capitalismo predominante , gioca il ruolo , nella depauperizzazione sociale , del ritorno alle classi o a nuove classi di privilegio che reiterano arcaici sistemi mai scomparsi dalla psiche umana . Reinstaurare il concetto della carità è , da parte di chi fondamentalmente se lo può permettere , i ricchi , fonte di gratificazione giustificante lo spirito . In questo senso la New Age ha pesanti responsabilità . Ma se vera è la maledizione della dualità , vero è anche che anni di storia insegnano, nella cultura, l' amplificazione dell'intelligenza e il lento percorso verso la conoscenza libertaria a cui l ' umano aspira . Le nuove tecnologie portano a catarsi l' astrazione di antiche filosofie confermando nella pratica virtuale , in modo empiresperienziale , gli assiomi sul vuoto-tempo-spazio tanto cari all'Oriente . L' informazione che viaggia a gbps in tempi sempre più accelerati , può essere un allargamento della conoscenza nel momento in cui , secondo De Kerckhove , una manifestazione dell' intelligenza è connettiva . Quindici anni or sono circa , Hakim Bey, nome che viene dall'aria, teorizzava Zone Temporaneamente Autonome come forma di nomadismo psichico spiazzante la congenita instaurazione del potere nel periodo di tempo . Il suo raffinato pensiero di ricercatore , sicuramente in grado di attraversare la rete , si spinge fino alla concezione di un Anarchismo Ontologico basandosi sulla libertà e sullo spirito . Maestro Sufi itinerante dotato di grande conoscenza delle culture ereticali islamiche , ha lavorato come poeta nel nord dell'India . Successivamente espulso per motivi politici, il suo destino deambulante lo ha portato dagli alberghi ad una roulotte parcheggiata in una palude del New Jersey ad infiniti altri luoghi tra cui l' Irlanda ove trascorre attualmente parte del anno . Amatissimo dalle controculture , e non solo, oggi spinge le sue riflessioni sulla rivoluzione a partire dal cuore. L' acronimo delle T.A.Z (zone temporaneamente autonome) è diventato un riferimento per i moderni linguaggi così come lo diventerà il cuore senza angosce e senza asti . Il cuore che i molti si augurerebbero di avere . Durante un ' apparizione pubblica in Cox 18 , centro sociale in cui peraltro si sperimenta la tensione desiderante alla libertà , il fascino di capelli e barba quasi incolta , dei suoi sobri abiti , della umile borsa di lana , erano l' impatto di un insegnamento atemporale . IL recupero della Utopia desiderante nelle geografie dello spirito , lo sganciarsi dalle operazioni subordinate, portando il pensiero verso operazioni sovrane , è una possibilità di un lavoro interiore . Il sincretismo di Hakim Bey conferma il vaticinio di Aurobindo secondo il quale il futuro sarebbe appartenuto all'occidente solo nel momento in cui avrebbe incamerato l ' Oriente , nell'interazione uomo-macchina . Una particolare e forte spinta politico-spirituale è stata sicuramente data da Osho , la cui rilettura in chiave realistica diventa oggi una necessità ad aprire la mente : "Gli stupidi sono brave persone . Restano sempre fedeli alla status quo ." Ecco , quello che ci auguriamo per il nostro futuro step by step , è che io , imbecille , dichiaro di esserlo portando con consapevolezza disgregante la presunzione difensiva e l' Umiltà come atto performativo di coraggio . Solo cosi , credo , sarà realmente possibile essere amati ......................................................................

cameri , gennaio due meno al nuovo millenio
 approfondimenti... 
Tag
Per intervenire sui tag Ŕ necessario identificarsi.
Se desiderate un identificativo o lo avete dimenticato,
potete contattare mail@arsmeteo.org

Opera inserita il29 Luglio 2011 • vista649 volte • con2 interventi (l'ultimo il 1 Agosto 2011)

opere correlate:
<<< >>>