Salvatore Zito
spinoso

Nato nel 1960 vive e lavora a Torino (Italy). In questa città ha conseguito gli studi in Pittura presso l'Accademia Albertina di Belle Arti dove è stato docente di Decorazione.

Pittore di formazione classica dalla tecnica spettacolare, applica queste sue peculiarità a qualsiasi esperienza artistica.
Una sua caratteristica è lavorare a cicli: le Ferrari, la Coca-cola, le angurie, le maree, i frutti o i fiori, lo Spiderman sono solo alcuni esempi, affrontati ora con irruente passionalità, ora con colte citazioni, ora con gestualità ed espressività lacerante sorretti da una ricca e intensa cromaticità.
Salvatore Zito ama lasciarsi sedurre dalla bellezza intrinseca del colore costruendo con esso sottili ironie.

Il percorso artistico di Salvatore Zito, ricco e articolato ha inizio negli anni ottanta dove esordisce nel panorama internazionale sia con importanti mostre personali, sia collaborando con un gruppo di artisti di varia nazionalità impegnati nelle proposte di avvenimenti multimediali in cui pittura, musica e poesia appositamente create per particolari spazi si compenetrano in un’unica visione.
Dall’Abbazia di Vezzolano, a Torino (Palazzo degli Antichi Chiostri), al Kenya (Istituto Italiano di Cultura e Maison Francaise di Nairobi), all’Etiopia (Istituto Italiano di Cultura di Addis Abeba), alla Spagna (Antico Edificio Banco de Espana a Vigo), alla Francia (Palazzo dei Papi ad Avignone) le sue celebri nature morte o i cicli dedicati alla figura umana – l’uomo e il mito – sorprendono per la comunicazione espressiva dei sapienti e raffinati passaggi cromatici. E’ la luce che diventa una forza determinante. Essenzialmente la pittura di Zito di questi anni vuole rappresentare un mondo di cose semplici in un meraviglioso silenzio, e solo quando viene raggiunto un giusto e calcolato equilibrio, le sue composizioni acquistano uno speciale senso di serenità e compiutezza.

Gli anni ottanta si chiudono con Visioni di Hymnen(’89) spettacolare kermesse con una straordinaria partecipazione di pubblico e di enti coinvolti nei 25.000 metri quadrati della Sala Presse del Lingotto per la musica di K.Stockhausen.

Negli anni novanta visionarietà e citazionismo trovano spazio nelle grandi tele dipinte di questi anni e la Galleria Civiva d’Arte Contemporanea di Carmagnola (’91 Palazzo Lomellini) ospita l’importante personale Paesaggi della memoria.

Vincendo il Primo Premio Nazionale della Pittura “G.Sobrile” organizzato dalla Galleria d’Arte Moderna e dall’Assessorato per la Cultura di Torino, gli viene riconosciuto un ruolo di spicco, per un chiaro recupero delle caratteristiche della figurazione.

Una sua opera Tumulti (olio su tela cm. 200) viene donata alla Città di Torino ed entra a far parte della nuova collezione della Galleria d’Arte Moderna di Torino.

Gli anni novanta rappresentano per Zito un passaggio fondamentale: le icone del proprio tempo diventano i soggetti dei suoi quadri. In un magistrale ciclo dedicato alla Coca-cola (’92) su tavole in oro zecchino, ironicamente trattata come immagine devozionale, il gioco tra realtà (la lattina di Coca-cola pressata e incastonata nella tavola) e la finzione (la sua rappresentazione per mano dell’artista) seduce l’occhio.

L’aspetto epico che predomina nelle opere precedenti, si manifesterà nell’irruenza del gesto pittorico che appropriandosi in particolare del colore rosso darà forma al rosso mito lucido e laccato delle scocche Ferrari e al rosso naturale selvaggio e prorompente delle angurie esplose.

Da sempre attrato dal mondo del design realizza “capricci d’autore” serie di lavori con materiali e tecniche diverse: Acquerosse scultura policroma (’94 Artissima); Ho fatto goal (’94 Ante ad Arte Catalogo Allemandi); Questioni di pelle per Poltrona Frau-Area Project (’96 con Mondino, Dorazio, Carena, Reggiani, Rotella).

Apprezzato per la forza e l’ironia, per la lucida e raffinata interpretazione del reale Salvatore Zito si confronta anche con impegnativi temi a sfondo sociale: gli commissionano un’opera per la campagna informativa sull’AIDS (’96 Città di Torino, Gruppo Abele, LILA) realizza Maree (cm.160x210) sul tema della siccità (Catalogo Trevi Flash Art Museum) e una sua opera Flash back (cm.160x210), di denuncia sulla fame nel mondo è al Sermig di Torino.

La Galleria Paolo Tonin Arte Contemporanea gli dedica una personale Flirt (‘97): nelle sue nuove opere Salvatore Zito reinventa il mestiere del pittore alla luce di suggestioni neo-pop.
In una trasposizione ludica e concettuale realizza frutti esotici, figure e gli Spiderman dal forte impatto visivo.
Per il progetto ALTAMAREA all’interno della Biennale dei Giovani Artisti del Mediterraneo è invitato a tenere come tutor un workshop di pittura murale: quasi 200 metri quadri per il giocoso murales tutto centrato sulla cromia dei colori.

Con il 2000 inaugura il suo nuovo spazio su una delle più belle piazze della città. Alla fine del 2001 il suo sito è on-line. Collabora con uno dei più prestigiosi studi di interior-design (Studioblu Torino) presentando "Par-blue": un percorso tra pittura e arte applicata all'insegna del blu.
Contemporaneamente in questi due anni la sua ricerca si concentra sull'interpretazione dell'icona dello Spiderman.
Nel 2002 in occasione del quarantennale del celebre super eroe SUITE25 25 quadri audiovisivi - a fronte la pittura, dentro la musica sul retro la partitura manoscritta di Maurizio Pisati- viene presentata a Roma: marzo-aprile ’02 Galleria il Punto di Svolta.
In giugno con la personale Pop-Up gli splendidi e monumentali saloni del palazzo barocco Piossasco di Rivalba a Torino sono appositamente rivisitati dall’artista con particolari interventi pittorici. Accanto alla sezione monografica dedicata ai lucidi e concettuali Spiderman, sono esposte altre opere di grandi dimensioni raffiguranti i suoi soggetti prediletti: oggetti comuni e icone contemporanee rivisitati sulla base di suggestioni neo pop.
Per il Festival Internazionale "Synthèse" di Bourges (Francia) e per l'XI Festival "Anteprima Spazio Torino" su Suite25 viene realizzato il video Zone-Spidersound un video che unisce la visione dei tre artisti, Max Bertolai, Salvatore Zito e Maurizio Pisati, che hanno interpretato l'icona dell'Uomo Ragno.

Sito:  http://www.salvatorezito.com

Cronologia 

1984
Suono, pensiero, visione evento multimediale per l’Abbazia romanica di Vezzolano (Asti).

1985
Personale Giovani Artisti a Torino per l’Assessorato alla Cultura e alla Gioventù in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti.
-
Bibliografia
Catalogo a cura di Giorgio Auneddu
 
1987
Importante mostra personale a Nairobi (Kenya) per l’Istituto Italiano di Cultura in collaborazione con la Maison Francaise.
-
Bibliografia
Carlo Cignetti presentazione della mostra
The Nation “Artist evokes the European masters” Wakanyote
Daily Nation “Classic paintings make a return to exhibitions” Eva Ndavu
Sunday Times by Paul Olungaf 

1988
Personale Nature e Velature per l’Istituto Italiano di Cultura di Addis Abeba; Il Vello d’Oro incontro fra realtà artistiche contemporanee: grandi formati dedicati al tema dell’uomo e il mito (Ministero Turismo e Spettacolo, Regione Piemonte, Assessorato per la Cultura di Torino, RAI, Concello de Vigo concelleria de Cultura, Xunta de Galicia concelleria de Pontevedra, RNE)
-
Bibliografia
Carlo Cignetti presentazione della mostra
The Etiopian Herald “Italian artist displays works her”Arefayne Hagos
Diario de Galicia “Il Vello d’Oro”
La vox de Galicia “Il Vello d’Oro” 

1989
Palazzo dei Papi (Avignone) L’art s’affiche a ciel ouvert: opera di 3 m. x 4 m per Explosition e Implosition in occasione del Bicentenario della Rivoluzione francese organizzata dall’A.P.R.E.C.A. (Atelier Public de Recherche et de Creation Artistique) in collaborazione con la Marie d’Avignon e il Ministere de la Culture.
Selezionato per il Circuito dei Giovani Artisti Italiani per realizzare un allestimento originale per le musiche di K.Stockhausen: Visioni di Hymnen ( Pluramondi dittico olio su tela cm.360 x 300) per il Lingotto di Torino. Realizzazione, allestimento e catalogo, a cura dell’Assessorato per la Cultura di Torino, Antidogma Musica, Lingotto S.p.A.
-
Bibliografia
Vancluse Matin “Art urbain Explosition ‘89” Chantal Seignoret
Vancluse Matin “Exposition ’89 ou l’art éphémère” Chantal Seignoret
Le Provençal “Explosion dans le rues d’Avignon” Olivier Maby
Le Provençal “L’art s’affiche en plein air”
Le Comtadin “Le Révolution fixe est en marche!” Anne Guimon
Le Comtadin “La révolution s’explose”
La Marseillaise “97 panneaux dans la ville” A.Simon
L’air d’Avignon “Arts plastiques: le feu aux poudres” K.L.
Magazine arts et spectacles dans le gard “Exposition urbaine d’art actuel” Calades
Les Expos de l’ete “Explosition 89 exposition urbaine d’art contemoporain”
Revue du Conseil General – Culture “Explosition 89”
Marie Claire “Festival d’Avignon”
Catalogo “Visioni di Hymnen” a cura di Francesco Lodola
La Stampa “Quelle tele per la musica” Angelo Dragone
La Stampa “Concerto di Stokhausen e percorso visivo” Leonardo Osella
TORINOsettegiorni -La Stampa “Visioni di Hymnen per giovani artisti” l.tol.
Stampa Sera “Hymnen chiude al Lingotto” v.d.
Stampa Sera “Nella Sala Presse per ascoltare i suoni di Stockhausen” Orazio Mula
La Repubblica “Nel caos della musica si udì un respiro umano” Susanna Franchi
La Repubblica “I dolorosi spasimi della modernità” Alessandro Baricco 

1990
Con il titolo Paesaggi della memoria Zito inaugura un nuovo ciclo di lavori impiegando superfici di ampio respiro (Galleria Zenit Deposito d’Arte - Torino).

1991
Paesaggi della memoria comprende una trentina di opere esposte alla Civica Galleria d’Arte Contemporanea di Carmagnola (Palazzo Lomellini).
-
Bibliografia
Catalogo a cura di Francesco Lodola
La Repubblica “I paesaggi del ricordo” Leonardo Bizzaro
La Gazzetta del Piemonte “Paesaggi della Memoria” G.M.
Corriere di Torino e della Provincia “In tre fasi tutta la sua arte” Giovanni Ferro
Il Carmagnolese “I paesaggi della memoria” Aldo Spinardi 

1992
Vince il Primo Premio Nazionale di Pittura “G.Sobrile” organizzato dalla Galleria d’Arte Moderna e dall’Assessorato per la Cultura del Comune di Torino. In quest’occasione una sua opera (Tumulti Ð cm.210) è donata alla Città di Torino ed entra a far parte delle Collezioni della Civica Galleria d’Arte Moderna.
-
Bibliografia
Catalogo presentazione di Riccardo Passoni
La Stampa “Sfida di pittori dedicata a Sobrile “ Marco Rosci
TORINOsette - La Stampa “Giovani e bravi pittori alla Mole Antonelliana” Beppi Zancan
La Procellaria rassegna di varia cultura “Il mondo pittorico del calabrese Salvatore Zito” Enrica Di Giorgi 

1993
Monocromi in rosso costituiscono un altro aspetto della sua ricerca in sessanta opere: video-would, sculture policrome, rotoli dipinti, tavole in oro e grandi formati.
Personale Rosso e Ferrari, Galleria Zutart (Torino).
-
Bibliografia
La Stampa “In mostra la leggenda della Ferrari” e.d.s.
TORINOsette – La Stampa “Ferrari in mostra” e.d.s.
La Repubblica “Scende in pista il mito della velocità su strada”
Auto & Design “Rosso & Ferrari” Gianni Cinti
La Gazzetta del Piemonte “ I grandi quadri di Salvatore Zito interpretano in chiave espressionista una leggenda su quattro ruote” Clio Pescetti 

1994
Tele e forme per l’espressione violenta e celebrativa del rosso: personale Acquerosse per la Galleria En Plein Air (Flash Art n.186); Ho fatto goal (catalogo Allemandi) per Ante ad Arte con (Casorati, Mainolfi, Tabusso, Paulucci, Carena); premio di scultura (Alba) assegnato da Marisa Vescovo a Acquerosse esposta ad Artissima per la Galleria Overstudio; opere di Zito per Cose preziose e Cavalli e Cavalieri per le Gallerie En Plein Air e Tera.
-
Bibliografia
Acquerosse presentazione di Mario Pacchiolla
Flash Art n.186 estate ’94
L’eco del Chisone “Una fetta d’anguria per l’estate d’arte” Laura M.P.
Il Monviso “Il rosso violento di Zito nella storica Tegassa”
L’eco del Chisone “Acquerosse alla Tegassa” m.m.p.
Catalogo “Ante ad Arte” Umberto Allemandi editore
La Stampa “Gli artisti fan bello il Borgonuovo” p.p.b.
La Stampa “Se l’arte si sposta fuori porta” Angelo Mistrangelo
TORINOsette -La Stampa “Ante ad Arte artisti nel borgo” Bepi Zancan
La Repubblica “Ante ad Arte” Paolo Levi
La Repubblica “Un museo all’aperto nelle vie del Borgonuovo” m.p.
Torino Magazine “Botteghe d’arte al Borgonuovo” a.v.
Catalogo “Cose Preziose”
La Stampa “Piemonte in mostra a Pinerolo” Angelo Taverna 

1995
Opere di Zito per Le tre stanze (galleria Overstudio) e per Ante ad Arte Kermesse (con Carena, Casorati, Mainolfi, Paulucci, Tabusso, e altri) per la presentazione del Catalogo Allemandi.
-
Bibliografia
Torinosette – La Stampa “Un borgo diventa museo” Irene Cabiati
La Repubblica “La mostra Ante ad Arte” Marina Paglieri 

1996
Realizza un dittico per Cose di un altro mondo campagna informativa sull’AIDS (tra gli altri artisti Silombria, Rivoire) promossa dalla Città di Torino, USL 1, Il Gruppo Abele; Selezionato per il I° premio Trevi Flash Art Museum (catalogo edito da Politi); collettiva Poltrona Frau - area Project per Overstudio e Prossimamente per la Galleria Paolo Tonin Arte Contemporanea; Contrappunti/3 serata di eventi multimediali a cura di Natalia Casorati per le gallerie d’arte.
-
Bibliografia
La Stampa “A Overstudio si conclude lo show di poltrone e divani” Angelo Mistrangelo
Corriere di Torino e della Provincia “La poltrona Frau: seduzione di un simbolo” Giovanni Cordero
Corriere dell’Arte “Arte e design” Giuseppe Biasutti
Catalogo Cose di un altro mondo a cura della Città di Torino- USL1- Gruppo Abele- GSA- Lila
Catalogo Primo premio Trevi Flash Art Museum Giancarlo Politi editore
Julet n.78 June 1996
La Stampa “Avanguardia con politica” Angelo Mistrangelo
La Repubblica “La mostra Prossimamente” Paolo Levi
Corriere dell’arte “Contemporaneità e concettualismo” Carla Piro Mander 

1997
Flirt importante mostra personale per la Galleria Paolo Tonin Arte Contemporanea (Torino).
Biennale dei Giovani Artisti del Mediterraneo: tutor per il workshop di pittura murale per il progetto ALTAMAREA, 200 metri quadrati per l’area spazio verde Caselli (Chieri).
-
Bibliografia
Luna Nuova “ Personale di Salvatore Zito Fino a settembre presso la Galleria Tonin” Giuseppe Misuraca
Corriere di Chieri “Altamarea sul muro” 

1998 - 2001
Crea eventi nel suo nuovo spazio-atelier coinvolgendo il pubblico a manipolare le sue opere concepite per essere composte in infinite mutazioni: Vuoto a Rendere, Flash-back, Maree, Par Bleu, 

2002
Galleria il Punto di Svolta (Roma) "SUITE25": 25 opere audiovisive con le musiche originali di Maurizio Pisati dedicate a Spiderman
L'opera SUITE25 è impiegata per la realizzazione del video Zone-Spidersound che unisce la visione di tre artisti, Max Bertolai, Salvatore Zito e Maurizio Pisati, che hanno interpretato l'icona dell'Uomo Ragno.
Bourges (Francia), Festival Synthése 2002 - 1 Giugno ore 17.00 Maison de la Culture: prima assoluta della proiezione del cortometraggio Zone-Spidersound
"XI Anteprima Spazio Torino" proiezione del video Zone-Spidersound per il 20°Torino Film Festival-Cinema Giovani
Pop-up personale per gli splendidi saloni barocchi di Palazzo Piossasco di Rivalba. a Torino. Protagonista dell' esposizione è proprio l'Uomo Ragno: una vasta raccolta di olii e smalti su tela, nei quali i colori sgargianti del fumetto si fissano su fondi gialli che ne esaltano la fisionomia.
-
Bibliografia
TorinoSette - La Stampa
Inaugurazione della mostra “Pop-Up” del pittore Salvatore Zito
That’s art mensile bilingue giugno 2002 n.32
Corriere dell’arte "Vernissages-Personale di Salvatore Zito"
La Repubblica "Vernice Zito"
Torino Cronaca “L’Uomo Ragno e i suoi primi 40 anni” Anche una mostra di Pop Art per ricordare l’anniversario dell’eroe della Marvel (Federica Furino)
Leggo mercoledì "Appuntamenti"
Soprattutto "Pop-Up"
RadioCorriereTV "Quadri e francobolli"
Corriere della Sera – Io Donna: Mostre di Emilio Tadini.e Anna Maria Speroni "In Italia Neo pop art"
Il Giornale "Lo Spiderman di Zito"
TorinoSette - La Stampa "Anteprima Spazio Torino XI"Internet


...quello che ArsMeteo° conosce grazie a Salvatore Zito:
che chi_louise maschio spiderman ghiacciolo un_bel_di_vedremo pistacchio appagamrnto puro_humo ombra neo_pop_art lecca_lecca querida_presentia emulazione_goliardica cactus pepino bello_e_impossibile colore zito gusto_pungente tigre acrobazie sorniona guevara spinoso fumetto felinidad mano maurizio_pisati zito_mito spiraglio abbraccio somos sabra segni_animat orient ananas tre_tigri tina_turner baffi pistolere esplorazione giocosità contorni mite riflessi miriam asociale pinguino lettera_i
ArsMeteo